corso di preparazione al concorso

Agenzia delle Entrate

160 dirigenti

I concorsi per 160 dirigenti Agenzia Entrate

L’1 febbraio 2019 l’Agenzia delle Entrate ha pubblicato due bandi di concorso per selezionare ed assumere 160 dirigenti di seconda fascia, di cui:

Il 50% dei posti è riservato al personale di ruolo assunto mediante pubblico concorso e in servizio presso l'Agenzia delle entrate alla data del termine di scadenza per la presentazione delle domande di partecipazione, con almeno dieci anni di anzianità nella terza area funzionale.
I bandi sono stati pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale – Concorsi ed Esami n. 9 dell’1-2-2019.
Scadenza per domande 3 marzo 2019.

REQUISITI

Al concorso sono ammessi a partecipare:
a) i dipendenti di ruolo delle pubbliche amministrazioni con laurea (specialistica, magistrale o vecchio ordinamento) che abbiano compiuto almeno cinque anni di servizio in posizioni funzionali per l'accesso alle quali è richiesto il possesso del dottorato di ricerca o del diploma di laurea. Gli anni scendono a tre se il candidato è in possesso del dottorato di ricerca o di un diploma di specializzazione, e a quattro per i dipendenti delle amministrazioni statali reclutati a seguito di corso-concorso.
b) i dirigenti in enti e strutture pubbliche in possesso di diploma di laurea, che hanno svolto per almeno due anni le funzioni dirigenziali;
c) coloro che hanno ricoperto incarichi dirigenziali o equiparati in amministrazioni pubbliche per un periodo non inferiore a cinque anni, purché muniti di diploma di laurea;
d) i cittadini italiani con laurea specialistica, magistrale o vecchio ordinamento, che hanno maturato, con servizio continuativo per almeno quattro anni presso enti od organismi internazionali, esperienze lavorative in posizioni funzionali apicali per l'accesso alle quali è richiesto il possesso del diploma di laurea.

LA SELEZIONE

La selezione avverrà attraverso questi step:

PROVA PRESELETTIVA

Nel caso le domande di partecipazione siano tre volte il numero dei posti messi a concorso. Sono esentati dalla prova preselettiva i candidati specificati all’art. 6 dei bandi.
La prova consiste in un questionario strutturato in due parti:

PROVA SCRITTA

Prova scritta a contenuto teorico-pratico
CONCORSO 150 DIRIGENTI
La prova si articola in due fasi:

1 - Tre quesiti a risposta aperta, che il candidato ha facoltà di scegliere tra quelli formulati in sede di esame, su argomenti di carattere anche interdisciplinare, attinenti alle seguenti materie:
- diritto tributario e scienza delle finanze;
- diritto amministrativo;
- diritto civile e commerciale;
- elementi di diritto internazionale pubblico e dell’Unione europea;
- elementi di economia aziendale;
- elementi di diritto penale;
- pianificazione, organizzazione e sistemi di controllo;
- ordinamento e attribuzioni dell'Agenzia delle entrate.
Obiettivo della prova è quello di vagliare le abilità cognitive dei candidati (in particolare, la capacità argomentativa, l’acume critico nell’analisi dei problemi, la capacità di sintesi e l’attitudine a esprimersi in modo semplice e chiaro). In relazione a tale obiettivo la prova d’esame definisce il perimetro di cognizioni tecnico-operative rispetto a cui effettuare la verifica di quelle capacità, in modo da evitare che essa sia inficiata da fattori casuali di tipo solo nozionistico.
I quesiti attinenti alle materie d’esame faranno riferimento alle attività operative degli uffici specificate all’articolo 14.

2 - Caso pratico di lavoro riguardante situazioni problematiche di tipo organizzativo e gestionale, ricadenti nell'ambito degli studi sul comportamento organizzativo (quesiti a risposta aperta volti a valutare la capacità dei candidati di vagliare le diverse soluzioni possibili e di individuare quella più confacente rispetto alla complessità della situazione in esame).

CONCORSO 10 DIRIGENTI
La prova si articola in due fasi:
1 - Tre quesiti a risposta aperta, che il candidato ha facoltà di scegliere tra quelli formulati in sede di esame, su argomenti di carattere anche interdisciplinare, attinenti alle seguenti materie:
- diritto tributario e scienza delle finanze
- diritto amministrativo
- il sistema catastale
- il sistema di pubblicità immobiliare − strumenti e tecniche estimali;
- elementi di diritto penale;
- pianificazione, organizzazione e sistemi di controllo;
- ordinamento e attribuzioni dell'Agenzia delle entrate.
Obiettivo della prova è quello di vagliare le abilità cognitive dei candidati (in particolare, la capacità argomentativa, l’acume critico nell’analisi dei problemi, la capacità di sintesi e l’attitudine a esprimersi in modo semplice e chiaro). In relazione a tale obiettivo la prova d’esame definisce il perimetro di cognizioni tecnico-operative rispetto a cui effettuare la verifica di quelle capacità, in modo da evitare che essa sia inficiata da fattori casuali di tipo solo nozionistico.
I quesiti attinenti alle materie d’esame faranno riferimento alle attività operative degli uffici specificate all’articolo 14.

2 - Caso pratico di lavoro riguardante situazioni problematiche di tipo organizzativo e gestionale, ricadenti nell'ambito degli studi sul comportamento organizzativo (quesiti a risposta aperta volti a valutare la capacità dei candidati di vagliare le diverse soluzioni possibili e di individuare quella più confacente rispetto alla complessità della situazione in esame).

PROVA ORALE

CONCORSO 150 DIRIGENTI
La prova consiste in un colloquio volto ad approfondire la verifica delle capacità cognitive e delle competenze manageriali dei candidati.
Il colloquio verte sulle materie indicate per la prova scritta, facendo riferimento alle seguenti aree tematiche relative alla tipologia di professionalità correlata alla direzione degli uffici cui saranno destinati i vincitori:
a) dinamiche della compliance fiscale, analisi delle strategie volte a favorirla;
b) i diversi aspetti della relazione con i contribuenti nell'attività di servizio e assistenza e nell’attività di controllo;
c) metodologie di controllo relative alle diverse tipologie di contribuenti;
d) valutazione della performance organizzativa e della performance individuale;
e) fattori che favoriscono e fattori che deprimono la motivazione al lavoro.
Nel corso del colloquio verrà accertata anche la conoscenza della lingua inglese e di una seconda lingua straniera a scelta tra francese, tedesco e spagnolo (se indicata nella domanda di partecipazione al concorso, ai fini dell’attribuzione di un punteggio aggiuntivo) nonché dell’informatica (utilizzo del pc e dei software più diffusi, problematiche e potenzialità connesse all'uso degli strumenti informatici in relazione ai processi comunicativi in rete).

CONCORSO 10 DIRIGENTI
La prova consiste in un colloquio volto ad approfondire la verifica delle capacità cognitive e delle competenze manageriali dei candidati.
Il colloquio verte sulle materie indicate per la prova scritta, facendo riferimento alle seguenti aree tematiche relative alla tipologia di professionalità correlata alla direzione degli uffici cui saranno destinati i vincitori:
a) dinamiche della compliance fiscale, analisi delle strategie volte a favorirla;
b) i diversi aspetti della relazione con i contribuenti nell'attività di assistenza nei servizi catastali;
c) metodologie estimative relative alle diverse tipologie di immobili;
d) valutazione della performance organizzativa e della performance individuale;
e) fattori che favoriscono e fattori che deprimono la motivazione al lavoro.
Nel corso del colloquio verrà accertata anche la conoscenza della lingua inglese e di una seconda lingua straniera a scelta tra francese, tedesco e spagnolo (se indicata nella domanda di partecipazione al concorso, ai fini dell’attribuzione di un punteggio aggiuntivo) nonché dell’informatica (utilizzo del pc e dei software più diffusi, problematiche e potenzialità connesse all'uso degli strumenti informatici in relazione ai processi comunicativi in rete).

Date Utili

Il corso per il concorso all'Agenzia delle Entrate

Forti della nostra esperienza nei concorsi dell'Agenzia delle Entrate, abbiamo organizzato un CORSO DI FORMAZIONE A DISTANZA per il concorso per 160 dirigenti all'Agenzia delle Entrate. Il corso ha l’obiettivo di offrire ai candidati competenze e un metodo vincente per farli concentrare sugli argomenti più a rischio, sulla base delle indicazioni e dell'esperienza dei nostri docenti.

IL CORSO DI FORMAZIONE A DISTANZA

Proponiamo un corso di preparazione nella modalità F.A.D., formazione a distanza, modalità nella quale abbiamo maturato una solida esperienza.
Il corso è erogato attraverso una piattaforma informatica semplicissima da utilizzare. Possono accedervi solo gli iscritti e sono fruibili le videolezioni on line dei nostri docenti insieme ai materiali didattici e dispense fornite come supporto alla didattica.

DOCENTI E MATERIALI DIDATTICI

I docenti del corso sono di altissimo livello: funzionari ed ex funzionari dell'Agenzia delle Entrate, professionisti e formatori di grande esperienza. Tutte le lezioni sono accompagnate da accurate slide, questionari per l’autoripasso e quiz a scelta multipla.
Al termine di ogni lezione, batterie di quiz interattivi permettono di esercitarsi grazie ad un software che randomizza le domande e analizza i risultati del test.

chiama il nostro numero verde

800.771955

o clicca qui per essere ricontattato (int. 2)

Contatti

Sede centrale

Istituto Cappellari
Via Savonarola, 16 - 44100 Ferrara (FE)
Tel. 800.771955 (interno 2)
Tel. 0532.240404 (interno 2)
Referenti:
Silvia Poletti
Angela Fabbri: 370.3436638
Luca Landini: 339.8933983
Simonetta Simoni
Orari di apertura della segreteria:
dal lunedì al venerdì: 8.30 - 13.00 / 14.30 - 19.00
concorsi@istitutocappellari.it

Autorizzo Istituto Cappellari a raccogliere la mia email e i miei dati in modo che Istituto Cappellari possa inviarmi aggiornamenti su questo concorso. I tuoi dati saranno memorizzati sulla piattaforma italiana di Mailup.it. In qualsiasi momento potrai cancellarti. Per informazioni puoi contattare il responsabile del trattamento dati (tel. 0532.240404) o consultare la nostra privacy policy.

DEV using the Force by SEXTANTFERRARA