corso di preparazione al concorso

80 commissari di Polizia

Programma e prezzi

Corso di preparazione al concorso 80 commissari Polizia di Stato.

In convenzione con i sindacati di Polizia

STRUTTURA DEL CORSO

MODULO A

Preparazione prova preselettiva prove scritte e orale

Diritto penale – 10 lezioni
Procedura penale – 6 lezioni
Diritto costituzionale – 10 lezioni
Diritto amministrativo – 27 lezioni
Legislazione pubblica sicurezza – 8 lezioni
Diritto Civile – 9 lezioni
Inglese – 25 lezioni
Totale lezioni: 95

MODULO B

Lezione metodologica (come redigere un tema giuridico)
50 titoli + tracce di temi
30 correzioni personalizzate di elaborati
Totale lezioni: 1

MODULO C

4 lezioni su tecniche di memorizzazione
Manualetto in pdf
Una lezione personalizzata su Skype
Contatti con la docente
Totale lezioni: 4

MODULO D

20 lezioni su test logico-attitudinali
Totale lezioni: 20

MODULO E

Diritto del Lavoro – 4 lezioni
Diritto della Navigazione (in preparazione) – 4 lezioni
Ordinamento dell’Amministrazione Pubblica Sicurezza – 4 lezioni
Elementi di Medicina Legale – 2 lezioni
Diritto Internazionale ed Europeo – 8 lezioni
Totale lezioni: 22

IMPORTANTE: RIFORMA DEL CODICE PENALE E DI PROCEDURA PENALE
Dal 3 agosto 2017 è entrata in vigore la Legge 23 giugno 2017, n. 103 (cosiddetta Riforma Orlando) recante "Modifiche al codice penale, al codice di procedura penale e all'ordinamento penitenziario", pubblicata in Gazzetta Ufficiale n. 154 del 4 luglio 2017.
Il provvedimento introduce modifiche di grande rilievo nell'ordinamento penale, sia sul piano del diritto sostanziale sia su quello del diritto processuale; alcune delle novità sono entrate in vigore fin da subito, altre invece sono oggetto di specifiche deleghe che dovranno essere attuate dal Governo, mediante decreti attuativi.
I decreti sulle impugnazioni sono entrati in vigore ad ottobre 2017, quelli relativi all’ordinamento penitenziario sono ancora al vaglio del garante.
Altre modifiche, relative ai regimi di procedibilità o all’esclusione delle condotte riparatorie per il reato di stalking (entrato in vigore il 5 dicembre 2017) hanno richiesto un aggiornamento delle lezioni dedicate alla parte speciale.
Tale aggiornamento è in corso di registrazione nelle lezioni Fad, mentre è stato realizzato nelle tracce di stesura del modulo temi.

Prezzi

 

PREZZO

PREZZO medio per lezione

PREZZO ex allievi
e sindacati convenzionati *

PREZZO medio per lezione *

Moduli A + C
99 lezioni

€ 640

€ 6,46

€ 580

€ 5,86

Moduli A + B
96 lezioni

€ 750

€ 7,81

€ 675

€ 7,03

Moduli A + E
117 lezioni

€ 650

€ 5,56

€ 580

€ 4,96

Moduli A + B + C + D + E
142 lezioni

€ 980

€ 6,90

€ 880

€ 6,20

Modulo A
95 lezioni

€ 580

€ 6,11

€ 520

€ 5,47

Modulo B
50 tracce + 30 correzioni

€ 430

-

€ 380

-

Modulo C
4 lezioni

€ 160

-

€ 140

-

Modulo D
20 lezioni

€ 200

€ 10,00

€ 180

€ 9,00

Modulo E (orale)
22 lezioni

€ 200

€ 9,09

€ 180

€ 8,18

Modalità pagamento

Le quote vanno versate a mezzo bonifico

Materiali didattici

I prezzi comprendono una grande quantità di materiale didattico: quesiti a risposta sintetica per l’autoripasso, schematizzazioni, quiz a scelta multipla

Durata attivazione

Il corso resterà accessibile per 12 mesi dal giorno di attivazione e comunque fino alla fine del concorso (ultimo giorno degli orali). Alla scadenza la durata sarà rinnovabile di 1 anno con quota pari al 30% del prezzo attuale

* Sconti sindacali ed ex allievi

Gli sconti SINDACALI sono riservati agli iscritti ai sindacati di Polizia sopra indicati e ai loro familiari. Gli EX ALLIEVI per accedere agli sconti devono indicare: 1) il corso precedentemente frequentato, 2) il periodo di frequenza, 3) la città in cui è stato frequentato, qualora si tratti di corso in aula

LEZIONI e MATERIALI DIDATTICI

1. I corsi sono fruibili direttamente dal vostro computer, tablet o smartphone quando lo desiderate.
2. LE LEZIONI VIDEO in HD (ALTA DEFINIZIONE) sono visibili e ascoltabili direttamente dal vostro computer o tablet, dotato di una connessione a internet.
3. Ogni lezione è anche scaricabile in formato AUDIO MP3, per poterla ascoltare via audio da smartphone, tablet, lettori MP3, Ipod, ecc.
4. Ad ogni lezione sono abbinate le SLIDE/SCHEMATIZZAZIONI, i QUESTIONARI e i QUIZ A SCELTA MULTIPLA del docente. Tali materiali sono tutti stampabili.
5. LEZIONE METODOLOGICA contenente le regole pratiche per la redazione di un tema giuridico.
6. 50 TRACCE DI TEMI DA SVOLGERE: per traccia si intende un documento di 3/4 pagine con tutte le indicazioni per il corretto sviluppo del tema
7. CORREZIONE PERSONALIZZATA DI 30 TEMI MANOSCRITTI: il docente correggerà i temi da voi prodotti seguendo le tracce prima citate

LEZIONE DIMOSTRATIVA GRATUITA

E' disponibile da subito una lezione dimostrativa gratuita. Inviateci una email di richiesta seguendo le indicazioni nell’ultima pagina di questo dépliant, vi invieremo la password per entrare nella nostra piattaforma e-learning e ascoltarla.

MODULO A – LEZIONI PER PROVA PRESELETTIVA/PROVE SCRITTE/ORALE

54 ORE DI VIDEOLEZIONE corredate da slide/schematizzazioni, questionari per l’autoripasso, sulle materie richieste dal concorso. Ecco l’elenco delle lezioni:

DIRITTO PENALE

PARTE GENERALE
• I principi fondamentali prima parte.
• Il principio di legalità ed il rapporto fra normativa nazionale ed internazionale in materia penale.
• I principi fondamentali seconda parte
• La struttura del reato
• L’elemento oggettivo del reato: la causalità
• L’ antigiuridicità
• L’elemento soggettivo del reato: il dolo, la colpa, la preterintenzione
• La responsabilità oggettiva
• Le forme di manifestazione del reato: il tentativo, il reato circostanziato
• Il concorso di persone nel reato
• Il concorso di reati – il concorso apparente di norme.

PARTE SPECIALE
• I reati contro la pubblica amministrazione
• I reati contro la fede pubblica
• I reati contro l’amministrazione della giustizia
• I reati contro il patrimonio
• I delitti contro la persona.
• I reati contro l’ordine pubblico

REATI CONTRO LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

• Inquadramento e studio dei reati
• Il bene giuridico tutelato
• I reati propri
- Il pubblico ufficiale
- La “persona incaricata di pubblico servizio”
- Persone esercenti un servizio di pubblica necessità
- Peculato
- Malversazione a danno di privati e dello Stato
- Indebita percezione di erogazioni a danno dello Stato
- Concussione
- Corruzione
- Confisca
- Abuso d’ufficio
- Rifiuto di atti d’ufficio – omissione
- Interruzione di un servizio pubblico o di pubblica necessità
• Dei delitti dei privati contro la Pubblica Amministrazione
- Millantato credito
- Traffico di influenze illecite

DIRITTO PENALE

PARTE GENERALE
• I principi fondamentali prima parte.
• Il principio di legalità ed il rapporto fra normativa nazionale ed internazionale in materia penale.
• I principi fondamentali seconda parte
• La struttura del reato
• L’elemento oggettivo del reato: la causalità
• L’ antigiuridicità
• L’elemento soggettivo del reato: il dolo, la colpa, la preterintenzione
• La responsabilità oggettiva
• Le forme di manifestazione del reato: il tentativo, il reato circostanziato
• Il concorso di persone nel reato
• Il concorso di reati – il concorso apparente di norme.

PARTE SPECIALE
• I reati contro la pubblica amministrazione
• I reati contro la fede pubblica
• I reati contro l’amministrazione della giustizia
• I reati contro il patrimonio
• I delitti contro la persona.
• I reati contro l’ordine pubblico

REATI CONTRO LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

• Inquadramento e studio dei reati
• Il bene giuridico tutelato
• I reati propri
- Il pubblico ufficiale
- La “persona incaricata di pubblico servizio”
- Persone esercenti un servizio di pubblica necessità
- Peculato
- Malversazione a danno di privati e dello Stato
- Indebita percezione di erogazioni a danno dello Stato
- Concussione
- Corruzione
- Confisca
- Abuso d’ufficio
- Rifiuto di atti d’ufficio – omissione
- Interruzione di un servizio pubblico o di pubblica necessità
• Dei delitti dei privati contro la Pubblica Amministrazione
- Millantato credito
- Traffico di influenze illecite

PROCEDURA PENALE

LEZIONE 1
• Introduzione alla procedura penale
• I principi del processo penale
• I soggetti del procedimento penale
• La linea dal procedimento al processo
• Gli atti del processo e le invalidità.

LEZIONE 2
• Le indagini preliminari
• Le misure cautelari
• L’udienza preliminare e i riti speciali

LEZIONE 3
• Il dibattimento
• Le prove
• Le impugnazioni
• Il procedimento davanti al giudice di pace.

DIRITTO DELLA NAVIGAZIONE

LEZIONE 1
- Fonti nazionali ed interazionali del diritto di navigazione
- Definizioni normative di mare e spazio aereo
- Amministrazione diretta ed indiretta di mare e spazio aereo
- Beni pubblici e concessioni demaniali

LEZIONE 2
- Porti: definizione e regime giuridico
- Aeroporti: definizione e regime giuridico
- Attività amministrative di polizia
- Servizi navali
- Servizi aeroportuali

LEZIONE 3
- Il regime amministrativo della nave e dell’aeromobile
- L’esercizio della nave e dell’aeromobile
- La responsabilità dell’armatore e dell’esercente
- Gli ausiliari

LEZIONE 4
- Parte prima: I contratti di utilizzazione della nave e dell’aeromobile
- Parte seconda: Il contratto di assicurazione

LEZIONE 5
- Il soccorso in mare secondo le fonti internazionali ed il codice della navigazione

LEZIONE 6 - DIRITTO INTERNAZIONALE MARITTIMO:
- Diritto internazionale marittimo in generale e Codificazione diritto del mare
- mare territoriale
- acque internazionali (o alto mare)
- zona contigua
- piattaforma continentale
- zona economica esclusiva
- i fondi marini internazionali (Patrimonio comune dell’umanità e ricerca)
- gli organismi giurisdizionali internazionali

LEZIONE 7 - LA GUERRA SUL MARE: BELLIGERANTI ED OPERAZIONI BELLICHE
- Mine
- Sommergibili
- Corsa
- Blocco
- Embargo
- Angaria
- Rappresaglia
- Visita e cattura nave
- Assistenza ostile

DIRITTO COSTITUZIONALE

1° Lezione
L’ordinamento giuridico e le norme giuridiche (contenuto, derogabilità, sanzioni). L’ordinamento costituzionale. Lo stato (sovranità, territorio, popolo) e le forme di stato. Le forme di governo. La costituzione del 1948 e le sue fasi. Le modificazioni costituzionali.

2° Lezione
Il diritto internazionale: i soggetti (stati, organizzazioni internazionali, individui). L’ONU e i suoi organi. La NATO e il Consiglio d’Europa. Costituzione italiana e ordinamento internazionale. Diritto internazionale e protezione dei diritti umani: la CEDU. Organi dell’Unione Europea. Le fonti.

3° Lezione - Prima Parte
Le fonti del diritto: classificazione (fonti di produzione, fonti sulla produzione, fonti di cognizione). I criteri ordinatori delle fonti (criterio cronologico, criterio gerarchico, criterio della competenza). Criteri di interpretazione della norma (interpretazione letterale o testuale, teleologica e logico-sistematica). Classificazione delle fonti del diritto; leggi costituzionali e di revisione costituzionale. Limiti alla revisione costituzionale. Statuti delle regioni speciali.

3° Lezione - Seconda Parte
Fonti dell’Unione Europea. Fonti internazionali. Fonti statali; legge ordinaria dello stato, procedimento legislativo ordinario. La riserva di legge e le sue tipologie. Il decreto legislativo e il decreto legge. Il referendum abrogativo. I regolamenti parlamentari e degli altri organi parlamentari. Fonti regionali. Fonti degli enti locali. Fonti espressione dell’autonomia collettiva.

4° Lezione - Prima Parte
I principi fondamentali (diritti fondamentali, doveri costituzionali e principi cardine). Premessa: situazioni giuridiche soggettive. Le situazioni giuridiche favorevoli (poteri giuridici, i diritti soggettivi, gli interessi legittimi). Le situazioni giuridiche non favorevoli (gli obblighi, i doveri, le soggezioni). I diritti inviolabili.

4° Lezione - Seconda Parte
Le libertà. Diritti relativi alla sicurezza personale; la riserva di giurisdizione e l’obbligo della motivazione; intercettazioni. I diritti ad esprimersi, a ricercare e ad insegnare. I diritti della socialità. I diritti relativi alle formazioni sociali a rilevanza costituzionale. I diritti sociali e i diritti attinenti ai rapporti economici. I diritti politici.

5° Lezione
Classificazione delle forme di stato e loro caratteristiche principali. Lo stato costituzionale. I sistemi elettorali (formula maggioritaria e formula proporzionale). Il referendum. Il parlamento (composizione, durata, status giuridico dei parlamentari, organizzazione delle camere etc.). Il governo (parlamentare, presidenziale, semi-presidenziale, direttoriale). Il presidente della Repubblica.

6° Lezione
Gli altri organi di rilevanza costituzionale (il CNEL, la Corte dei conti, il Consiglio di Stato, il Consiglio supremo di difesa). Giurisdizione ordinaria (organizzazione della magistratura ordinaria, principi costituzionali in materia di giurisdizione. Il Consiglio Superiore della Magistratura. La Corte Costituzionale.

7° Lezione
Enti territoriali (regioni, province, comuni, città metropolitane). Gli statuti regionali (ordinari e speciali). Gli organi delle regioni. Organi di comuni e province. La riforma del titolo V. La potestà legislativa di stato e regioni. Il principio di sussidiarietà. Le Pubbliche Amministrazioni (attività discrezionale o vincolata); i Ministeri. Il procedimento amministrativo.

DIRITTO COSTITUZIONALE

1° Lezione
L’ordinamento giuridico e le norme giuridiche (contenuto, derogabilità, sanzioni). L’ordinamento costituzionale. Lo stato (sovranità, territorio, popolo) e le forme di stato. Le forme di governo. La costituzione del 1948 e le sue fasi. Le modificazioni costituzionali.

2° Lezione
Il diritto internazionale: i soggetti (stati, organizzazioni internazionali, individui). L’ONU e i suoi organi. La NATO e il Consiglio d’Europa. Costituzione italiana e ordinamento internazionale. Diritto internazionale e protezione dei diritti umani: la CEDU. Organi dell’Unione Europea. Le fonti.

3° Lezione - Prima Parte
Le fonti del diritto: classificazione (fonti di produzione, fonti sulla produzione, fonti di cognizione). I criteri ordinatori delle fonti (criterio cronologico, criterio gerarchico, criterio della competenza). Criteri di interpretazione della norma (interpretazione letterale o testuale, teleologica e logico-sistematica). Classificazione delle fonti del diritto; leggi costituzionali e di revisione costituzionale. Limiti alla revisione costituzionale. Statuti delle regioni speciali.

3° Lezione - Seconda Parte
Fonti dell’Unione Europea. Fonti internazionali. Fonti statali; legge ordinaria dello stato, procedimento legislativo ordinario. La riserva di legge e le sue tipologie. Il decreto legislativo e il decreto legge. Il referendum abrogativo. I regolamenti parlamentari e degli altri organi parlamentari. Fonti regionali. Fonti degli enti locali. Fonti espressione dell’autonomia collettiva.

4° Lezione - Prima Parte
I principi fondamentali (diritti fondamentali, doveri costituzionali e principi cardine). Premessa: situazioni giuridiche soggettive. Le situazioni giuridiche favorevoli (poteri giuridici, i diritti soggettivi, gli interessi legittimi). Le situazioni giuridiche non favorevoli (gli obblighi, i doveri, le soggezioni). I diritti inviolabili.

4° Lezione - Seconda Parte
Le libertà. Diritti relativi alla sicurezza personale; la riserva di giurisdizione e l’obbligo della motivazione; intercettazioni. I diritti ad esprimersi, a ricercare e ad insegnare. I diritti della socialità. I diritti relativi alle formazioni sociali a rilevanza costituzionale. I diritti sociali e i diritti attinenti ai rapporti economici. I diritti politici.

5° Lezione
Classificazione delle forme di stato e loro caratteristiche principali. Lo stato costituzionale. I sistemi elettorali (formula maggioritaria e formula proporzionale). Il referendum. Il parlamento (composizione, durata, status giuridico dei parlamentari, organizzazione delle camere etc.). Il governo (parlamentare, presidenziale, semi-presidenziale, direttoriale). Il presidente della Repubblica.

6° Lezione
Gli altri organi di rilevanza costituzionale (il CNEL, la Corte dei conti, il Consiglio di Stato, il Consiglio supremo di difesa). Giurisdizione ordinaria (organizzazione della magistratura ordinaria, principi costituzionali in materia di giurisdizione. Il Consiglio Superiore della Magistratura. La Corte Costituzionale.

7° Lezione
Enti territoriali (regioni, province, comuni, città metropolitane). Gli statuti regionali (ordinari e speciali). Gli organi delle regioni. Organi di comuni e province. La riforma del titolo V. La potestà legislativa di stato e regioni. Il principio di sussidiarietà. Le Pubbliche Amministrazioni (attività discrezionale o vincolata); i Ministeri. Il procedimento amministrativo.

PUBBLICO IMPIEGO

LEZIONE 1 – PRINCIPI COSTITUZIONALI ED EVOLUZIONE LEGISLATIVA
• Il pubblico impiego: definizione, caratteristiche, principi costituzionali
• Evoluzione normativa
• Il processo di privatizzazione del pubblico impiego
- Prima privatizzazione
- Seconda privatizzazione
- Decreto Legislativo 150/2009 “Riforma Brunetta”
- Legge 28 giugno 2012, n. 92 “Riforma Fornero”
Altri interventi
• Il d.lgs. 33/2013 “Testo Unico Trasparenza”
• Il Codice di comportamento dei pubblici dipendenti
• Decreto Legge, testo coordinato 31.08.2013 n° 101

LEZIONE 2 – IL SISTEMA DELLE FONTI E LA CONTRATTAZIONE COLLETTIVA
• Il D.Lgs. 30 marzo 2001, n. 165 - Norme generali sull'ordinamento del lavoro alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche
• Fonti del pubblico impiego
• Fonti del singolo contratto di pubblico impiego
• Il Contratto Collettivo Nazionale del Lavoro
- I soggetti della contrattazione collettiva
- Formazione del Ccnl
- Livelli di contrattazione
- Tipologie contrattuali

LEZIONE 3 - ACCESSO AL PUBBLICO IMPEGO ED ORGANIZZAZIONE DEGLI UFFICI
PARTE PRIMA - ACCESSO AL PUBBLICO IMPIEGO – COME SI DIVENTA DIPENDENTE PUBBLICO
• L'art. 97 della Costituzione
• L'art. 35 del D.Lgs. n. 165/2001
• Il Dpr 70/2013
• La giurisprudenza
• Il concorso pubblico
- Tipologie
- Bando
- Svolgimento
- Giurisdizione
- Requisiti per l’accesso

PARTE SECONDA - ORGANIZZAZIONE DEI PUBBLICI UFFICI
• Macro-organizzazione e Micro-organizzazione
• Dotazione organica e pianta organica
• Personale non di ruolo
• Personale esterno

LEZIONE 4 – LA DIRIGENZA PUBBLICA
PRIMA PARTE
• Inquadramento
• Riforma della disciplina della dirigenza pubblica: il quadro evolutivo della normativa
• La separazione tra politica e amministrazione
• Lo Spoil System
• La qualifica dirigenziale e l’incarico dirigenziale
• Funzioni e compiti della dirigenza
SECONDA PARTE
• Accesso alla dirigenza
- Criteri di conferimento degli incarichi dirigenziali
- Disposizioni per il contrasto alla corruzione
- Competenza giurisdizionale in materia di conferimento dell’incarico dirigenziale
• Responsabilità dirigenziale

LEGISLAZIONE PUBBLICA SICUREZZA

LEZIONE 1 - I DIRITTI FONDAMENTALI NELLA COSTITUZIONE ITALIANA E LORO TUTELA – RAPPORTI CON L’ESERCIZIO DEI POTERI DI PUBBLICA SICUREZZA
• La libertà personale
• La libertà di domicilio
• La libertà e la segretezza della corrispondenza
• La libertà di circolazione, soggiorno ed espatrio (art. 16 Cost.)
• La libertà di riunione
• La libertà di associazione
• La libertà religiosa
• La libertà di manifestazione del pensiero
• Gli istituti di garanzia a tutela degli individui (artt. 22-28 Cost.)

LEZIONE 2 - LE FUNZIONI DI POLIZIA
• Inquadramento storico-generale
• Il nuovo ordinamento dell’Amministrazione della pubblica sicurezza: definizione, composizione e caratteri generali
• I concetti di ordine pubblico e sicurezza pubblica
• Polizia amministrativa, di sicurezza e giudiziaria
• Le forze di polizia
• La Direzione Investigativa Antimafia (D.I.A.)
• Gli organi periferici di P.S.: il Prefetto - Il Questore - Il Sindaco - Il Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica - Gli Ufficiali e agenti di P.S.
• La sicurezza dello Stato: L’attività di Intelligence
• La pubblica sicurezza e la Polizia di sicurezza

LEZIONE 3 - ORDINE PUBBLICO E INCOLUMITÀ PUBBLICA
• Riunioni pubbliche ed assembramenti (artt. 18-24 T.U.L.P.S.)
• Armi, munizioni ed esplosivi (Armi proprie ed improprie)
• Disciplina giuridica delle armi e delle munizioni
• Porto di armi
• Esplosivi e materie esplodenti
• Attività di polizia in materia di armi ed esplosivi

LEZIONE 4 - SPETTACOLI, ESERCIZI PUBBLICI E TIPOGRAFIE
• Spettacoli e trattenimenti pubblici (Classificazione dei locali e Disciplina giuridica (artt. 68, 69, 80 T.U.L.P.S.)
• Le manifestazioni sportive
• Pubblicazione e spettacoli osceni
• Esercizi pubblici (Disciplina giuridica delle autorizzazioni - Somministrazione di alimenti e bevande: requisiti)
• Strutture ricettive
• Gioco e scommesse
• Stampe e stampati (Pubblicazioni immorali - Propaganda elettorale - Sequestro di stampati)

LEZIONE 5 - SICUREZZA PRIVATA E COMPLEMENTARE
• Guardie particolari giurate
• Istituti di vigilanza privata
• Gli istituti di investigazione
• Agenti di vigilanza venatoria

LEZIONE 6 - LEGISLAZIONE IN MATERIA D’IMMIGRAZIONE
• Evoluzione legislativa
• La disciplina amministrativa dell’ingresso e i respingimenti
• La disciplina amministrativa del soggiorno (I procedimenti amministrativi di rilascio e di rinnovo del permesso di soggiorno)
• La disciplina repressiva (Classificazione e natura giuridica dei provvedimenti di espulsione - tipologie di espulsioni e modalità di esecuzione delle espulsioni amministrative - i divieti legali di espulsione).
• Le espulsioni giurisdizionali (l’espulsione come misura di sicurezza, come sanzione alternativa alla detenzione) (cenni agli artt. 251, 235 e 312 c.p. ed art 86 T.Stup.).
• I reati previsti dalla legislazione in materia (la circostanza aggravante della c.d. “clandestinità”, il reato di immigrazione clandestina, il reato di mancata esibizione di documenti agli ufficiali ed agli agenti di P.G. – i reati di ingiustificata inosservanza dell’ordine del Questore, il favoreggiamento delle migrazioni illegali, il reato di falso materiale dei documenti di ingresso e/o soggiorno, il reato di occupazione di lavoratori stranieri irregolari).
• L’asilo politico (nozione e disciplina, il procedimento amministrativo di riconoscimento della protezione internazionale).

LEZIONE 7 - LE MISURE DI PREVENZIONE (PERSONALI E PATRIMONIALI)
• Natura
• Il problema della legittimità costituzionale
• Le misure di prevenzione personali del codice antimafia e della normativa di settore
• Le misure di prevenzione patrimoniali
• L’amministrazione dei beni sequestrati e confiscati
• La destinazione dei beni confiscati

LEZIONE 8 - DISCIPLINA DEGLI STUPEFACENTI
• T.U. in materia di stupefacenti: evoluzione storica
• La normativa sugli stupefacenti: l’illecito penale e l’illecito amministrativo
• L’attività di polizia giudiziaria in materia di stupefacenti
• L’attività di controllo del traffico e spaccio di stupefacenti: attività sotto copertura e la figura dell’agente provocatore

DIRITTO CIVILE

Lezione 1 - Nozioni introduttive
Lezione 2 - Tutela dei diritti e diritti reali
Lezione 3 - I diritti di obbligazione
Lezione 4a - Il contratto e il fatto illecito parte 1
Lezione 4b - Il contratto e il fatto illecito parte 2
Lezione 5a - I singoli contratti parte 1
Lezione 5b - I singoli contratti parte 2
Lezione 6 - Le garanzie
Lezione 7 - La tutela dei diritti
Lezione 8 - Le diverse forme di responsabilità
Lezione 9 - Il rapporto di lavoro e le sue classificazioni
Lezione 10 - Imprenditore e azienda
Lezione 11 - Tipologie di società
Lezione 12 - Le successioni per causa di morte
Lezione 13 - La donazione
Lezione 14 - Il diritto di famiglia
Lezione 15 - Tutela giurisdizionale e processo civile

MODULO B – LEZIONI E TRACCE PER PROVE SCRITTE

CORREZIONE PERSONALIZZATA DEI TEMI MANOSCRITTI
Il modulo B mira alla preparazione per i temi delle 2 PROVE SCRITTE, vertenti su:
- diritto costituzionale congiuntamente o disgiuntamente a diritto amministrativo con eventuale riferimento alla legislazione speciale in materia di pubblica sicurezza
- diritto penale congiuntamente o disgiuntamente a diritto processuale penale

MODULO C – TECNICHE DI MEMORIA PER PROVA PRESELETTIVA

Il modulo è stato predisposto su richiesta dei nostri allievi che incontrano grande difficoltà a memorizzare i 5.000 quiz del concorso per Commissari, pubblicati tutti gli anni dal Ministero dell’Interno poche settimane prima della prova preselettiva. Una delle massime esperte italiane in “Tecniche di memorizzazione” guida i candidati nel comprendere i segreti mentali per memorizzare, nel breve tempo dato dal Ministero dell’Interno, il maggior numero possibile dei 5.000 quiz ufficiali pubblicati dal Ministero poche settimane prima della prova preselettiva.
Queste “tecniche di apprendimento” risultano molti utili anche in successivi concorsi e, più in generale, nella vita di ogni persona.

Contenuto del modulo

MODULO D – PREPARAZIONE AI TEST ATTITUDINALI

Il modulo D nasce su richiesta di nostri allievi che hanno sostenuto il concorso negli anni precedenti e hanno affrontato anche il passaggio delle “prove attitudinali”, previste dall’art. 13 del bando di concorso.
Tali prove sono ormai tipiche delle fasi preselettive di tanti concorsi e assunzioni in grandi aziende. Il modulo D è finalizzato a preparare a tutte le tipologie di quiz attitudinali scritti. Uno psicologo di grande esperienza nelle tecniche selettive spiegherà tutte le tipologie di test esistenti, fornendo i consigli per svolgerli in rapidità nel poco tempo che viene solitamente dato.

MODULO E – PREPARAZIONE PROVA ORALE

DIRITTO DEL LAVORO E LEGISLAZIONE SOCIALE

UNITÀ 1 – DIRITTO SINDACALE
I modulo: Rappresentanza sindacale ed efficacia soggettiva dei contratti collettivi.
II modulo: Inderogabilità del contratto collettivo.
III modulo: Contrattazione collettiva decentrata e aziendale. Rapporti fra contratti collettivi di
diverso livello.

UNITÀ 2 – RAPPORTO DI LAVORO
I modulo: Rapporto di lavoro subordinato, autonomo e collaborazioni etero-organizzate.
II modulo: I poteri del datore di lavoro: potere direttivo, potere di controllo e potere disciplinare.
III modulo: Gli obblighi del datore di lavoro: retribuzione e obbligo di sicurezza.
III modulo: Contratti di lavoro non-standard: lavoro a tempo parziale, apprendistato e contratto a
termine.
IV modulo: Decentramento produttivo: somministrazione di lavoro, appalti e trasferimento
d’azienda.
V modulo: L’estinzione del rapporto di lavoro (prima parte). Dimissioni e licenziamento
individuale.
VI modulo: I licenziamenti collettivi.

UNITÀ 3 – LEGISLAZIONE SOCIALE
I modulo: Assistenza e previdenza sociale.
II modulo: Il rapporto giuridico previdenziale e il rapporto contributivo.
III modulo: La tutela della vecchiaia.
IV modulo: La tutela degli infortuni sul lavoro e delle malattie professionali.
V modulo: La tutela della salute.
VI modulo: La tutela della famiglia e dei superstiti.
VII modulo: La tutela della genitorialità.
VIII modulo: Gli ammortizzatori sociali: cassa integrazione guadagni, contratti di solidarietà e
tutela della disoccupazione.
IX modulo: La tutela per l’invalidità e l’inabilità.

ELEMENTI DI MEDICINA LEGALE

Il sopralluogo giudiziario
Elementi di traumatologia ed asfissiologia medico legale
Delitti contro l'incolumità individuale.

DIRITTO INTERNAZIONALE PUBBLICO E DELL’UNIONE EUROPEA

Lezione 1 A – ELEMENTI DI DIRITTO INTERNAZIONALE
Il diritto della comunità internazionale
La soggettività internazionale
La produzione delle norme di diritto internazionale
• Sistema delle fonti
• Diritto internazionale generale
• Diritto internazionale pattizio

Lezione 1 B - ELEMENTI DI DIRITTO INTERNAZIONALE
Adattamento del diritto interno al diritto internazionale
La responsabilità internazionale

Lezione 2 A – DIRITTO DELL’UNIONE EUROPEA
Il processo di integrazione europea

Lezione 2 B - DIRITTO DELL’UNIONE EUROPEA
Il processo di integrazione europea:
• dalla CEE all’UE: l’evoluzione per saltum dell’ordinamento europeo
• metodo comunitario vs metodo intergovernativo
• La struttura a pilastri nel trattato di Maastricht.

Lezione 3 – DIRITTO DELL’UNIONE EUROPEA
Il trattato di Lisbona: le disposizioni sostanziali; il nuovo quadro istituzionale: princìpi e istituzioni
• Parlamento Europeo
• Consiglio dei Ministri della UE
• Commissione Europea
• Consiglio Europeo
• Corte di Giustizia della UE
• Banca Centrale Europea
• Eurogruppo
• Corte dei Conti

Lezione 4 - DIRITTO DELL’UNIONE EUROPEA
Le procedure legislative: ordinaria e speciale
Gli atti della UE
• atti di diritto primario/derivato
• atti tipici/atipici
• atti vincolanti/non vincolanti
La tutela giurisdizionale

Lezione 5 – DIRITTO DELL’UNIONE EUROPEA
Il mercato interno e la concorrenza
• Le quattro libertà fondamentali
• La libera circolazione delle merci
• La libera circolazione delle persone
• La libera circolazione dei servizi
• La libera circolazione dei capitali

Lezione 6 – DIRITTO DELL’UNIONE EUROPEA
Il diritto antitrust in materia di concorrenza
• Divieto di intese
• Divieto di abuso posizione dominante
• Divieto di aiuti di Stato
• Servizi di interesse economico generale

I DOCENTI

Direttore scientifico del corso: Stefania Di Buccio

Stefania Di Buccio

DIRITTO AMMINISTRATIVO, DIRITTO PENALE, COSTITUZIONALE, EDUCAZIONE CIVICA
E’ avvocato del Foro di Bologna, figlia di un Sostituto Commissario della Polizia di Stato. Ha ottenuto la specializzazione biennale presso la Scuola Superiore per le professioni legali (corso magistratura) con tesi sperimentale in diritto penale tributario. Dal 2009 al 2011: docente di diritto penale internazionale per il Progetto internazionale Mun Italia, presso le sedi Onu di New York. Dal 2011 a oggi: docente di diritto penale al Master “Gestione e riutilizzo di beni e aziende confiscati alle mafie Pio La Torre” presso Università di Bologna, Facoltà di giurisprudenza. Dal 2011 ad oggi: cultore di diritto penale presso l’Università degli Studi di Bologna. Dal 2013 svolge docenza per i corsi di Istituto Cappellari.

Giovanni Battista Prosperini

LEGISLAZIONE SPECIALE IN MATERIA DI PUBBLICA SICUREZZA
Dottore Magistrale in Giurisprudenza (Università di Udine 2003) con tesi in Diritto del Lavoro e specializzazione post-universitaria in Human Resources Management e in Welfare e diritti, dopo avere compiuto la pratica forense ha ottenuto l’abilitazione alla difesa d’ufficio. Specializzatosi successivamente in Diritto di Polizia, è da diversi anni docente nei corsi di aggiornamento professionale delle Forze di Polizia e si occupa di formazione per numerosi sindacati rappresentativi del comparto sicurezza, oltre che per enti e istituti privati. E’ inoltre vice-segretario regionale di un sindacato di Polizia con rappresentatività nazionale. Dal 2004 è autore di numerose pubblicazioni su riviste tecnico-giuridiche del comparto sicurezza.
E’ insignito della medaglia di bronzo, d'argento e d'oro al merito di servizio.

Anna Paparella

ELEMENTI DI DIRITTO CIVILE
Laureata in Giurisprudenza con lode presso Università degli Studi di Bari con tesi in diritto internazionale nel 2002, abilitata all'esercizio della professione forense nel 2005, esercita la professione di avvocato con specializzazione in diritto civile e diritto dei consumatori, collaborando in qualità di consulente legale e componente dell'ufficio di Presidenza dell'associazione a tutela dei diritti del consumatori Adoc Puglia.
Vincitrice del concorso a cattedra DM n. 82/2012 - classe di concorso A019 per la Regione Emilia Romagna, dal 2013 è docente a tempo indeterminato di materie economiche e giuridiche (diritto civile, diritto costituzionale, economia politica, scienze delle finanze e diritto tributario) presso IISS “J.M. Keynes” di Castelmaggiore (BO).

Selene Graci

INGLESE
Siciliana di origine, cosmopolita per vocazione, ha iniziato la sua esperienza lavorativa come assistente presso il Middlebury College (Vermont, USA). Rientrata in Italia, ha conseguito la Laurea Magistrale in Lingue e Letterature Straniere presso l’Università degli Studi di Ferrara.
La sua passione per le lingue l'ha portata a vivere e lavorare in Inghilterra per diversi anni come tutor e supervisor per gruppi di studenti italiani nel Regno Unito.
Il suo metodo è semplice ed interattivo al fine di trovare il giusto compromesso tra l'utile e il dilettevole. E’ docente nei corsi in aula di Istituto Cappellari dal 2014 e ora anche nei corsi FAD.

Davide Ravelli

TEST ATTITUDINALI
Nato a Bergamo e residente a Roma è iscritto all’Ordine degli psicologi del Lazio. Ha lungamente operato per pubbliche amministrazioni e aziende nella selezione, formazione, assessment e bilancio delle competenze. Ha gestito processi di selezione, formazione e coaching per importanti aziende ed ha curato per il Ministero della Pubblica Istruzione progetti di formazione per i dirigenti scolastici e per insegnanti. Per Istituto Cappellari ha tenuto corsi in aula e in formazione a distanza per la preparazione al concorso per 855 funzionari dell’Agenzia delle Entrate nel 2012/2013. E’ uno dei massimi esperti in test logici e attitudinali.

Marco Lombardo

DIRITTO INTERNAZIONALE PUBBLICO E DELL’UNIONE EUROPEA
E’ docente nel corso di Diritto dell’Unione Europea al Master per Relazioni Internazionali dell’Università Alma Mater di Bologna (dal 2008 ad oggi) e nel Master in Progetti di Finanziamenti e Fondi europei (dal 2014 ad oggi). Dal 2014 è inoltre membro del Gruppo di Riflessione Strategica sulle politiche e gli Affari Europei presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri.
Ha conseguito la laurea con 110 cum laude in Giurisprudenza e successivamente il Master per Giuristi Internazionali, per poi abilitarsi all’esercizio della professione di Avvocato. Negli anni successivi ha conseguito il doppio titolo di Dottore di ricerca in diritto dell’Unione Europea presso l’Università di Bologna e l’Université de Strasbourg nel 2010.
Ha collaborato dal 2007 al 2012 con il C.I.R.D.E. – Il Centro interdipartimentale di ricerca sul diritto dell’Unione Europea dell’ateneo bolognese – per diffondere la conoscenza e lo studio del diritto dell’Unione Europea. Ha insegnato in Cina (dal 2009 al 2012) presso la China University of Political Science and Law (CUPL) e la China – EU law School (CESL). Ha svolto incarichi di docenza al Master for International Lawyers (2008-2011), al Master in ‘Development, Innovation and Change’ (2010/2012).
E’ autore di numerose pubblicazioni in materia di diritti fondamentali dell'Ue, tutela ambientale e politica energetica.

Marta De Cristan

DOCENTE MODULO C, TECNICHE DI MEMORIZZAZIONE QUIZ
E’ una delle massima esperte italiane in Tecniche di memorizzazione. E’ nel campo della formazione e della crescita personale dal 1999. Si è formata direttamente sul campo con formatori italiani e stranieri. E’ specializzata in Tecniche di Apprendimento Efficace, Public Speaking e Comunicazione Efficace. Tra i clienti formati: professionisti di vari settori, studenti di diverse età, Politecnico di Milano, Collegio Universitario di Milano, Mercedes Benz Milano, parte del team di una squadra di calcio inglese di premier league, team di pattinaggio su ghiaccio “Ghiacciospettacolo” , corsi accreditati ECM per professionisti in ambito sanitario. In particolare nell'ambito delle Tecniche di Apprendimento efficace il suo impegno è da sempre quello di sviluppare percorsi didattici sempre più efficaci e calibrati sulle esigenze e sulle caratteristiche di ogni singolo corsista aumentando notevolmente la velocità con cui le persone ottengono risultati.

INFORMAZIONI E ISCRIZIONI

ISTITUTO CAPPELLARI
Via Savonarola 16 - 44121 Ferrara
N. verde 800.771955 (da telefono fisso)
Tel. 0532.240404
email: concorsi@istitutocappellari.it
Referenti: Silvia Poletti, Angela Fabbri, Luca Landini
Orario: dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 13.00 e dalle 13.30 alle 19.00

chiama il nostro numero verde

800.771955

chiamata gratuita da tel fisso

DEV using the Force by SEXTANTFERRARA